Reclami

Sinistri Prodotti

Norme per la gestione dei reclami ai sensi del Provvedimento Ivass 46/2016

In ottemperanza a quanto contenute nell’art. 5 del Provvedimento Ivass n. 46/2016 recante modifiche al Regolamento Isvap n. 24/2008, che ha introdotto a carico degli intermediari obblighi specifici in materia di gestione dei reclami, Giarratano Stefano Broker adotta la seguente politica di gestione dei reclami ispirata ai seguenti valori:

  • Garantire equo trattamento dei contraenti, degli assicurati, dei beneficiari e dei danneggiati e sia idonea a gestire eventuali conflitti di interesse con il reclamante
  • Assicurare una sollecita ed esaustiva trattazione dei reclami presentati. Il referente a ricevere eventuali reclami è Stefano Giarratano in qualità di responsabile dell’intermediazione della Giarratano Stefano Broker ed amministratore unico della stessa.
  • Mantenere rapporti corretti e trasparenti con la clientela.


Di seguito vengono individuati i principi generali a cui la procedura si ispira e riportata la definizione di reclamo.

TRACCIABILITÁ

I reclami ricevuti saranno sempre registrati nel nostro archivio informatico cartaceo.

TEMPESTIVITÁ

Giarratano Stefano Broker garantisce il rispetto dei termini massimi di risposta fissati in 45 giorni dalla ricezione del reclamo; in caso di ricezione di reclami di competenza dell’impresa il Broker garantisce la tempestiva trasmissione all’impresa, dandone contestuale notizia al reclamante.

CHIAREZZA

Le risposte indirizzate al reclamante saranno chiare, scritte con un linguaggio semplice e facilmente comprensibile.

Nel caso di mancato o parziale accoglimento del reclamo, il Broker fornirà al reclamante una chiara spiegazione della propria posizione e informerà in merito alla possibilità, prima di interessare l’Autorità giudiziaria, di rivolgersi all’IVASS o a sistemi alternativi per la risoluzione delle controversie previste a livello normativo o convenzionale, specificandone la modalità.


PER RECLAMO SI INTENDE

“É considerato reclamo una dichiarazione di insoddisfazione in forma scritta nei confronti di un’impresa di assicurazione, di un intermediario assicurativo o di un intermediario iscritto nell’elenco annesso relativa a un contratto o a un servizio assicurativo. Non sono considerati reclami le richieste di informazioni o di chiarimenti, le richieste di risarcimento danni o di esecuzione del contratto.”

A tal proposito, la nostra Società ha istituito una specifica funzione aziendale per la gestione dei reclami e ne garantisce l’imparzialità di giudizio e la predisposizione di idonee procedure allo scopo di evitare conflitti di interesse con le strutture o i soggetti il cui comportamento ha determinato la doglianza del cliente.


Modalità di trasmissione dei reclami e recapiti:

Il Contraente, l’Assicurato, il Beneficiario ed il Danneggiato hanno la facoltà, ferma restando la possibilità di rivolgersi all’Autorità Giudiziaria, di inoltrare reclamo per iscritto all’intermediario o all’Impresa di Assicurazione.

Nel caso si desideri inviare il reclamo alla nostra Società, di seguito, le modalità previste:

  • Posta ordinario e/o raccomandata;

              Indirizzo:            Giarratano Stefano Broker, Via Primo Maggio, 100 - 44034 Copparo (FE)

  • Posta elettronica;

              Indirizzo mail:    reclami@giarratanostefanobroker.it

  • Posta elettronica certificata;

              Indirizzo PEC:    giarratano.stefano@pec.it


Il Contraente, l’Assicurato, il Beneficiario ed il Danneggiato hanno inoltre la possibilità, qualora non dovesse ritenersi soddisfatto dall’esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro da parte dell’intermediario o dell’impresa entro il termine di legge (45 giorni dalla data di ricevimento del reclamo da parte dell’intermediario), di rivolgersi all’IVASS, Servizio Vigilanza Intermediari, Via del  Quirinale  n.  21  -  00187  Roma  (fax:  06  42133206,  pec: ivass@pec.ivass.it,  Info su: www.ivass.it),  allegando  la  documentazione  relativa  al  reclamo  trattato  dall’intermediario  o dall’impresa preponente. L’informativa è integrata con la procedura per la presentazione dei reclami in caso di rapporti di libera collaborazione ai sensi dell’art. 22, comma 10, D.L. 179/2012 convertito in L. 221/2012.





Title

Subtitle

Button